La storia del delitto d'onore

Nuran K.
nato: 1966
pugnalato a morte: 13 ottobre 2013
Residenza: Hamm
Origine: Turchia
Bambini: 2 figlie (13 e 15 anni)
L'autore del reato: il marito divorziato Bahri (52 anni)
Il matrimonio di Nuran e Bahri è violento. Dopo 17 anni, Nuran divorzia nel 2011. Le due figlie adolescenti stanno con la madre. Poiché le minacce continuano, a una figlia è vietato avvicinarsi.

Bahri non lo accetta e attira la sua ex moglie nel seminterrato il 13 ottobre 2013. Si dice che voglia prendere una bicicletta. Probabilmente prende un cellulare per paura, in modo da poter rimanere in contatto con la figlia.

Bahri pugnala la sua ex moglie in cantina 16 volte con un coltello da caccia e da macellaio. Probabilmente la figlia ascolta tutto. Poi entra nell'appartamento. Chiaramente, vuole anche uccidere la figlia maggiore. I vicini nascondono il quindicenne e chiamano la polizia. Bahri è stato arrestato nell'appartamento.

Nuran sta morendo nonostante l'intervento chirurgico d'urgenza in ospedale.

Le bambine vengono sistemate in una casa di cura. Il processo inizierà a marzo 2014. Si è scoperto che Bahri stava scontando una pena detentiva (per violenza contro la sua ex moglie e la figlia) e aveva del tempo libero quando ha commesso l'omicidio. Egli tace sul crimine. Una figlia denuncia ogni giorno aggressioni e calci e anni di violenza.

In luglio, il colpevole viene condannato dal tribunale regionale di Hamm all'ergastolo per omicidio.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione, Turchia and tagged , , , , .