Chiesti 15 anni di carcere per l'uccisione di Sumanta Bansi, studentessa incinta di 22 anni

caret-down caret-up caret-left caret-right
Sumanta Bansi
Nato: 1996
accoltellata a morte: 18 febbraio 2018
Residenza: Hoorn, Paesi Bassi
Origine: Suriname
Figli: nessuno
Autore dell'omicidio: Manodj B. (38 anni al momento dell'omicidio)
Sumanta cresce a Wageningen, in Suriname, e si trasferisce nei Paesi Bassi nel 2016 per i suoi studi in scienze biomediche. Vive con la zia ad Amsterdam, ma può rimanervi solo per poco tempo. Sumanta inizia a cercare un altro posto dove vivere e alla fine trova rifugio a Hoorn presso una coppia surinamese-indù con cui ha fatto amicizia.

Da Hoorn Sumanta fa su e giù per l'Università di Amsterdam. Oltre a studiare, lavora in uno studio dentistico. Inoltre, visita regolarmente un tempio indù ad Amsterdam.

Nell'estate del 2017, Sumanta rimane inaspettatamente incinta di Manodj B., il che crea tensioni e preoccupazioni a Sumanta e a chi le sta intorno. Dopo aver discusso con la famiglia tradizionale surinamese-indù con cui vive, Sumanta decide di interrompere la gravidanza. Alcuni dicono che sia stata costretta ad abortire.

Alcuni mesi dopo, nel febbraio 2018, Sumanta scopre di essere nuovamente incinta di Manodj. Sumanta fa sapere a diverse persone di voler tenere il nascituro, mettendo così a repentaglio l'onore della famiglia di Manodj B..

Da un giorno all'altro, Sumanta, 22 anni e incinta di 9 settimane, scompare. Non risponde più ai messaggi su Facebook e Whatsapp e non si presenta al lavoro, all'università o al tempio indù di Amsterdam. Dal 18 febbraio 2018 non si hanno più sue notizie.

La polizia ha avviato un'indagine e ha dichiarato che il suicidio è un'ipotesi improbabile perché Sumanta era felicissima della sua gravidanza. La polizia sospetta che l'ex amante di Sumanta, Manodj B., sua moglie, suo padre e suo fratello siano coinvolti nella scomparsa.

Nel giugno 2019 un popolare programma televisivo si occuperà del caso. In quell'occasione, i sospetti vengono intercettati dalla polizia e fanno ciò che la polizia sperava, ovvero parlare tra loro del caso dell'omicidio di Sumanta.

La polizia avrebbe ascoltato una conversazione tra i due fratelli in cui Manodj dice di aver rubato dei prodotti chimici al lavoro. Si tratterebbe di idrossido di sodio che digerisce i tessuti. I fratelli discutono poi su come attivare la sostanza.

Quella sera, le telecamere riprendono i fratelli mentre entrano nella casa di Manodj a Hoorn con delle taniche. Le stesse taniche vengono poi ritrovate vuote nell'abitazione.

La polizia dispone anche di registrazioni audio in cui Manodj B. dice di averla "appena uccisa". Parla al fratello delle "condizioni del corpo" e di un'arma del delitto che dovrebbe essere gettata via. Il 20 luglio, secondo la polizia, Manodj B. ha detto: "L'ho pugnalata dritta al cuore".

Sulla base dei risultati delle indagini, Manodj B. è stato arrestato. Ha invocato il suo diritto di rimanere in silenzio e non ha voluto dire nulla. Anche la moglie, il fratello e il padre sono stati arrestati, ma poi rilasciati. Sono ancora sospettati di essere coinvolti.

Il 7 giugno 2022, il pubblico ministero del tribunale di Alkmaar ha chiesto 15 anni di reclusione per Manodj B. per l'omicidio di Sumanta e l'assoluzione per il padre.

Nonostante le numerose ricerche effettuate negli ultimi anni, non è stata trovata alcuna traccia di Bansi. Il verdetto non è ancora noto. Saremmo felici di ricevere suggerimenti su questo caso!

Cos'è un delitto d'onore?

Un delitto d'onore è un delitto d'onore in nome dell'onore. Se un fratello uccide la sorella per restituire l'onore alla famiglia, è un delitto d'onore. Secondo gli attivisti, i motivi più comuni per i delitti d'onore sono come vittima:

Domande sui delitti d'onore

  • rifiuta di cooperare in un matrimonio combinato.

  • vuole terminare la relazione.

  • è stata vittima di uno stupro o di una violenza sessuale.

  • è stato accusato di avere una relazione sessuale al di fuori del matrimonio.

Gli attivisti per i diritti umani credono che ogni anno vengano commessi 100.000 delitti d'onore, la maggior parte dei quali non vengono denunciati alle autorità e alcuni vengono persino deliberatamente coperti dalle autorità stesse, ad esempio perché i colpevoli sono buoni amici dei poliziotti, dei funzionari o dei politici locali. La violenza contro le ragazze e le donne rimane un problema serio in Pakistan, India, Afghanistan, Iraq, Siria, Iran, Serbia e Turchia.

Posted in Autorità olandesi, Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , .