La storia del delitto d'onore

Jolin S. e il suo bambino non ancora nato
nato: 1991
pugnalato a morte: 5 febbraio 2013
Residenza: Wiesbaden
Provenienza: Vittima: tedesco-americano; Responsabile: Afghanistan
Bambini: era incinta
L'autore del reato: il suo ragazzo Isa Sh. (23 anni)
Lo studente ventitreenne Isa è nato in Germania, la sua famiglia viene dall'Afghanistan. Dalla fine del 2011 è insieme all'assistente legale Jolin.

Il 5 febbraio 2013, pugnala la sua compagna, incinta di 3 mesi e in attesa di un figlio da lui, alla porta di casa sua. Jolin e il nascituro muoiono in ospedale. Il colpevole fugge nella macchina del padre.

In custodia, Isa dice a un compagno di cella che ha dovuto tenere segreta la relazione ai suoi genitori. I genitori non avrebbero mai accettato un bambino con una donna cristiana. Così ha chiesto a Jolin di interrompere la gravidanza e ha minacciato: "Se non lo fai, te lo caccio fuori dalla pancia". Il compagno di cella riferisce che Isa era convinto che il crimine non potesse essere provato contro di lui. Era più intelligente della polizia.

Dopo il delitto, il fratello e il padre del colpevole sono stati probabilmente arrestati. Come la storia di questi due continui non è chiara.

In ottobre il processo inizierà davanti al tribunale distrettuale di Wiesbaden. L'imputato rimane in silenzio. L'arma del delitto non è ancora stata trovata. La difesa cerca di attribuire il crimine all'ex fidanzato di Jolin, Ramin. Ma era dal dentista al momento del delitto.

Nel marzo 2014, Isa sarà condannata all'ergastolo, ma senza che venga accertata alcuna colpa particolarmente grave. Il giornale parla di "sconto culturale", il mondo parla di un bonus culturale.

Nel settembre 2015 il Tribunale federale respinge il ricorso della Procura della Repubblica e la difesa.

Posted in Delitto d'onore, Indagine and tagged , , , , .