La storia del delitto d'onore

Shilan Hassan
nato: 1995
Colpo di pistola: 13 marzo 2016
Residenza: Hannover
Origine: Iraq / Curdi / Jesides
Bambini: poco chiari, probabilmente nessuno
Perpetratore: suo cugino Selfin Nahman Pesso (22 anni)
Shilan viene in Germania con la sua famiglia all'età di 3 anni. E' di nazionalità tedesca e successivamente studia gestione immobiliare.

Poco prima della laurea suo zio Numan decide di sposare suo figlio Sefin. C'è una specie di fidanzamento di cugini. In quel momento il padre di Shilan, Ghazi (50 anni) è all'estero. E' considerato moderno e liberale, a differenza dei suoi fratelli.

Quando il padre torna dall'Iraq nel giugno 2015, Shilan gli chiede di rompere il fidanzamento, qualunque cosa faccia. Lo zio e suo figlio non lo accetteranno. La famiglia è Yazidi, che ha regole matrimoniali molto severe, che vengono applicate con la forza se necessario.

Il 13 marzo 2016, presso lo Star Event Center di Hannover-Vahrenheide verrà celebrato un matrimonio curdo con 300 invitati. Lì, Sefin spara alla sua ex fidanzata con 5 colpi mirati. Il colpevole fugge, la vittima muore in ospedale. La polizia trova l'arma sulla scena del crimine. Dopo gli spari ci sono risse tra gli ospiti, alla fine ci sono 6 uomini feriti e devono andare in ospedale.

Il giorno dopo il crimine, la polizia identifica l'autore, presumibilmente interrogando gli invitati al matrimonio. E' stato emesso un mandato di arresto per rintracciarlo. Potrebbe essere fuggito in Iraq.

Più tardi appare un autovelox con l'assassino e suo cugino Hamid H. (32 anni) al volante 5 minuti dopo il crimine. Attraverso il suo avvocato, il nipote ha annunciato di non commentare le accuse. Sefin, tuttavia, riporta su Facebook a luglio: parla di onore e famiglia e che è disposto ad accettare la sua punizione. Non è chiaro se vuole preparare il suo ritorno in Germania (o rendersi importante).

Nell'ottobre 2018, il colpevole viene arrestato nella regione di confine curda Turchia / Iraq. Si dice che abbia vissuto nella casa della sua famiglia, che ora vive in Germania. Questo significherebbe che parte della sua famiglia lo coprirebbe. Sembra che il padre della vittima fosse presente all'arresto. Il fatto che il colpevole verrà estradato è dubbio. E' un cittadino iracheno, l'Iraq normalmente non estrada i suoi cittadini.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , , , .