La storia del delitto d'onore

Rola El-Halabi
nato: 1985
Scatto: 1 aprile 2011
Residenza: Ulm
Origine: Libano
Bambini: nessuno
Perpetratori: il suo patrigno Hicham/Roy El-Halabi (44 anni)
Rola è nata in Libano, è cresciuta in Germania e si è diplomata qui. Ha un passaporto tedesco e fa pugilato da quando aveva 9 anni. Il suo patrigno Hicham (di nome Roy, orafo nato in Kuwait con passaporto tedesco) è il suo manager. Il rapporto è probabilmente buono finché non si tratta di uomini. Quando Rola ha 20 anni, il suo patrigno va da lei con una spada perché ha spedito la posta con un giovane in Inghilterra. La madre interviene.

Nel settembre 2009 Rola combatte per due titoli mondiali. Nel gennaio 2011 Hicham afferma che la sua figliastra non può difendere i suoi titoli per motivi di salute. Rola rescinde quindi il contratto di manager del suo patrigno. Si trasferisce da casa sua per vivere con un uomo. Il 1 aprile 2011 vuole lottare per il titolo di Campione del Mondo IBF.

Pochi minuti prima del suo combattimento, il patrigno spara a due guardie (34/36 anni) e ottiene l'accesso alla stanza di Rola. Il padre costringe i presenti (medico, allenatore, fisioterapista) a lasciare la stanza. Si chiude con la figliastra e le spara alle mani, alle ginocchia e ai piedi da una distanza di tre metri. Viene poi sopraffatto da agenti di polizia. La sala eventi di Berlino-Karlshorst è stata evacuata.

Il mandato d'arresto è per aver inflitto gravi danni fisici.

Il processo inizia nell'autunno del 2011, Rola testimonia che l'anno prima si è innamorata seriamente per la prima volta di un greco (Kosta 28 anni), un non musulmano già sposato. Il patrigno ha poi iniziato a diffondere testi offensivi su Internet. Testimoni raccontano che Hicham aveva annunciato che avrebbe fatto salire Rola su una sedia a rotelle.

Questo atto non è un delitto d'onore, ma vuole rendere impossibile uno scenario in cui la perdita dell'onore si verifichi. Non è assolutamente chiaro se Rola sarà mai più in grado di boxare.

Nel novembre 2011 l'autore del reato è condannato a 6 anni di reclusione per aver inflitto gravi danni fisici.

Anche se Rola è ancora in ospedale, si fidanzano con Kosta, poi si sposano. La sportiva è su una sedia a rotelle per 2 mesi. Poi i due aprono un caffè nel centro di Ulm. Rola lavora come cameriera. Più di un anno dopo il crimine, ricomincia ad allenarsi. Nel gennaio 2013 è tornata sul ring, ma perde con uno stretto margine. Più tardi pubblica la sua autobiografia Stehaufmädchen. Nell'agosto 2013 torna ad essere campionessa del mondo, questa volta in una classe di peso superiore. Altri titoli saranno aggiunti nel maggio 2014. Nell'estate del 2015 nascerà sua figlia. Nel novembre 2016 annuncia la fine della sua carriera pugilistica, anche a causa degli effetti tardivi delle ferite d'arma da fuoco alle ginocchia. Nel frattempo, gestisce una scuola di combattimento con suo marito.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , , .