Historia de asesinatos de honor

caret-down caret-up caret-left caret-right
Lareeb Khan
nato: 1995
Strangolato: 27/28 gennaio 2015
Posizione: Darmstadt
L'origine: Pakistan
Bambini: probabilmente non
Perpetratori: il padre Assadullah K. (51 anni) e la madre Shazia (41 anni)
Lareeb è una diciannovenne pakistana con passaporto tedesco. Impara a fare l'assistente dentale ed è innamorata di un giovane di nome Raheel T., anch'egli pakistano e con passaporto tedesco. Studia e guida un taxi come lavoro secondario.

I genitori non approvano il rapporto, probabilmente perché hanno già promesso o venduto la figlia a qualcun altro. I due genitori sono anche sposati dai loro genitori in Pakistan. Il padre ha lavorato nell'agricoltura fino a quando non è arrivato in Germania all'età di 25 anni.

Nella notte del 28 gennaio 2015, padre (51 anni) e madre (41 anni) strangolano la giovane donna. Essi trasportano il corpo sulla sedia a rotelle della nonna su un veicolo. Poi il corpo viene depositato in una foresta. La mattina dopo, gli escursionisti trovano il corpo.

Il giorno dopo i genitori vengono arrestati. Inizialmente anche una zia e uno zio (36 e 39 anni), ma vengono rilasciati di nuovo. Il padre ha confessato il fatto. Appartiene alla direzione della comunità Ahmadiyya di Darmstadt, una comunità nota per la sua interpretazione misogina della religione. Parlava pochissimo il tedesco ed è stato rimosso dall'incarico "per evidente cattiva condotta". Lareeb andava a scuola velato.

Dopo il delitto, la sorella minore di Lareeb, Neda/Nida, viene in famiglia. Più tardi si trasferisce da amici. È un pubblico ministero congiunto nel processo, che inizia nel settembre 2015. Il padre si prende tutta la colpa per scagionare la madre. Le dichiarazioni della sorella sembrano vedere la madre come una forza trainante. Vengono a sapere che il padre lavorava come donna delle pulizie e che alla madre era proibito imparare il tedesco.

È stato un metodo di insegnamento comune. Il giornale scrive che i genitori hanno istituito un regime di terrore domestico con abusi e supervisione a tutto campo. Per il crimine, il padre ha registrato le telecamere di sicurezza nel corridoio. Con un ombrello, padre e madre hanno provato a trasportare il corpo della figlia senza essere filmati. Tuttavia, l'avvocato della difesa non vuole vedere questo come una preparazione congiunta per l'omicidio. Il padre è stato invece incarcerato nella sua comunità musulmana. A quanto pare nessuno lì gli ha detto che la libertà della figlia è più importante della volontà del padre. Nei delitti d'onore non è raro che il colpevole si senta bene e nel migliore dei casi mostri rimorso per motivi strategici. Anche il padre di Lareeb: In tribunale dichiara che non cambierà, ma che continuerà a vivere la sua vita come prima. Questo permette di trarre conclusioni su come vuole trattare la figlia minore.

In dicembre, entrambi i genitori sono condannati all'ergastolo. Tuttavia, la particolare gravità della colpa non è stata provata.

Cos'è un delitto d'onore?

Un delitto d'onore è un delitto d'onore in nome dell'onore. Se un fratello uccide la sorella per restituire l'onore alla famiglia, è un delitto d'onore. Secondo gli attivisti, i motivi più comuni per i delitti d'onore sono come vittima:

Domande sui delitti d'onore

  • rifiuta di cooperare in un matrimonio combinato.

  • vuole terminare la relazione.

  • è stata vittima di uno stupro o di una violenza sessuale.

  • è stato accusato di avere una relazione sessuale al di fuori del matrimonio.

Gli attivisti per i diritti umani credono che ogni anno vengano commessi 100.000 delitti d'onore, la maggior parte dei quali non vengono denunciati alle autorità e alcuni vengono persino deliberatamente coperti dalle autorità stesse, ad esempio perché i colpevoli sono buoni amici dei poliziotti, dei funzionari o dei politici locali. La violenza contro le ragazze e le donne rimane un problema serio in Pakistan, India, Afghanistan, Iraq, Siria, Iran, Serbia e Turchia.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , , , .